Articoli con tag: QuadrilaterodellaModa

Milano 8 cose da vedere

Milano, Lombardia

italia

                                                                                                                                         1) Il Duomo di Milano

Duomo

                                                                                                                                                                        Milano secondo Comune italiano per popolazione, dopo Roma ed il tredicesimo comune dell’Unione Europea per popolazione costituisce il centro della terza area Metropolitana più popolosa d’Europa dopo Londra e Parigi. Culturalmente, Milano è dal XIX secolo il massimo centro italiano nell’editoria, sia libraria, ma anche legata all’informazione, ed è ai vertici del circuito musicale mondiale grazie alla stagione lirica del “Teatro alla Scala” e alla sua lunga tradizione Operistica.

Milano divenne “Capitale Economica Italiana” durante la rivoluzione industriale che coinvolse l’Europa nella seconda metà del XIX secolo. Infatti durante questo periodo con Torino e Genova si formò il “Triangolo industriale”. Da questo periodo in poi nel dopoguerra, subì un forte processo di urbanizzazione legato soprattutto all’espansione industriale, ma che coinvolse anche le altre città limitrofe.

Nell’ultimo Secolo la città ha stabilizzato un proprio ruolo economico e produttivo, divenendo il maggiore mercato finanziario Italiano, ma oltre questo è una delle “Capitali Mondiali” della moda e del disegno industriale. Infatti secondo “Top 20 Global Destination Cities” Milano nel 2013 risulta essere la città Italiana con la maggior presenza di visitatori, e la dodicesima al Mondo. Alle porte di Milano ha sede uno dei Poli della Fiera di Milano, il maggiore Polo fieristico d’Europa. Proprio nel 2015 infatti si terrà l’Expo (Esposizione Universale) proprio in questo immenso Polo Fieristico. Per questi motivi, ma non solo Milano conquista il titolo di Città globale, classificandosi come l’unica città Italiana nella lista delle Città Mondiali Alfa. Milano dal 1º gennaio 2015 costituirà una delle 10 Città Metropolitane d’Italia.

2) Galleria Vittorio Emanuele II

InstagramCapture_855c161c-2ad1-46ce-a258-2ed193717f96La Galleria Vittorio Emanuele II fu aperta nel 1867 e completata nel 1878, rappresenta il passaggio pedonale d’eccellenza che collega Piazza del Duomo a Piazza della Scala.

Questa imponente Galleria viene anche soprannominata “il Salotto dei Milanesi” per l’ambiente sfarzoso, ma anche per eleganza e ricchezza dei prestigiosi negozi, marchi, ristoranti, bar alla moda e librerie molto famose.
La Galleria è formata da un impianto a crociera al cui interno risalta la cupola centrale in ferro e vetro. Lunga ben 196 metri e collega Piazza del Duomo con Piazza della Scala.
I bracci della cupola sono alti fino a 47 metri, sono raffigurati a mosaico i Continenti Asia, Africa, Europa e America. Tutta la Galleria è coperta da ferro e lastre di vetro.

Nel pieno centro della Galleria è situato sul pavimento il simbolo dei Savoia con una croce bianca in campo rosso ed il famoso “Toro” raffigurato con gli “attributi” in vista. Infatti si dice che chiunque ruoti col tallone per 3 volte a 360° gradi sugli “attributi” del Toro sarà baciato dalla fortuna.

3) Quartiere Brera

WP_20141225_14_45_31_ProIl quartiere “Brera”, detto anche il quartiere degli artisti si fonde tra arte, storia, cultura, architettura, ma soprattutto musica che attrae da sempre turisti da tutto il Mondo, per il suo charme senza tempo. Infatti in questo quartiere sembra che tutto si sia fermato insomma si respira un’aria magica. Brera però si trova in un’area ricchissima di bar, locali, ristoranti e “caffè letterari”, frequentatissimi sia di giorno che di notte. Nella bella stagione molti ristoranti si dotano di dehors permettendo così di godere di drink e piatti in una cornice pittoresca e magica. 

4) Piazza la Scala

WP_20141225_14_44_46_ProPiazza della Scala inizia o finisce dipende dai punti di vista al termine settentrionale della Galleria Vittorio Emanuele II, che la collega a piazza Duomo. Tutta questa zona così racchiusa costituisce il “cuore di Milano”: L’area monumentale racchiusa tra questi due spazi, in cui si trova sia il centro amministrativo della Città che quello Religioso e Culturale.

Il Teatro alla Scala dialoga urbanisticamente con gli altri edifici che vi si affacciano: Palazzo Marino, di fronte, e i due palazzi della Banca Commerciale Italiana ai lati.

WP_20141225_14_45_10_Pro

Il nome della Piazza è dovuto al conosciutissimo “Tempio dell’Opera”, il Teatro alla Scala, che a sua volta prende il suo appellativo dalla distrutta Chiesa di Santa Maria della Scala, sulla cui area fu costruito.

 

 

 

                                                                                                                                          5) Via Monte Napoleone e Via della Spiga

WP_20141225_14_33_51_Pro
Via Monte Napoleone.

Via Montenapoleone fa parte del “Quadrilatero della Moda Milanese” che comprende oltre la stessa via, Via della Spiga, corso Venezia e Via Manzoni.

In queste vie si trovano i negozi più famosi tra i quali: Dolce & Gabbana, Ferrè, Krizia, Missoni, Valentino, Versace o Zegna. Il nome di questa via deriva dal banco pubblico, il monte dei pegni che era stato voluto in questa via proprio da Napoleone.

via della spiga2
Via della Spiga con i suoi negozi.

Via della Spiga, cuore del famoso “Quadrilatero della moda”, è una delle zone più lussuose di Milano, ma al contrario delle altre 3 Vie qua non vi è traffico. Infatti proprio per questo motivo viene presa d’assalto dai turisti e amanti dello shopping di lusso, che qui trovano i Brand di: Dolce&Gabbana, Prada, Cavalli, Moschino, Armani e molte altre griffes.

6) Castello Sforzesco

WP_20141225_12_29_05_Pro
Castello Sforzesco.

Il Castello Sforzesco è, dopo il Duomo, il monumento più imponente di Milano. Il Castello che ammiriamo oggi è il risultato di molti interventi, dal 300′ ad oggi: fondato da Galeazzo II Visconti, il Castello venne ricostruito da Francesco Sforza (da qui il nome Sforzesco) nel 1450, ma si ricorda anche Antonio Averlino architetto Fiorentino per aver costruito la spettacolare Torre dell’Orologio.

7) Arco della Pace

WP_20141225_12_43_32_Pro
L’immenso Parco Sempione con al fondo “L’arco della Pace”.

Al centro di Piazza Sempione sorge l’Arco della Pace, uno dei più interessanti esempi di architettura neoclassica in città. Inaugurato nel 1838, è costruito in granito di Baveno e rivestito in marmo di Creola d’Òssola.

Sulla sommità del monumento spicca un gruppo di statue in bronzo ovvero: La sestiga della Pace accompagnata da quattro Vittorie a cavallo, mentre nel fronte vi sono rappresentate le raffigurazioni dei fiumi Po, Ticino, Adda e Tagliamento.

 8) Pirelli

WP_20141225_15_11_12_Pro
Varie gomme “Pirelli da Formula 1”.

Articolato in 2 livelli, per un totale di 1500 metri quadrati vi è vicino “Palazzo Pirellone o Palazzo Pirelli” il “Pirelli Store”.

La strada, ed ogni individuo che vi passa davanti (automobilistico, motociclistico e pedonale) entrano in una sinergia col punto vendita. Tutte le collezioni, sono esposte tra pezzi iconici su 2/4 ruote e video della Formula 1. L’esterno si fonde così facendo, agli interni. 

Categorie: Italy | Tag: , , , , , , , , , , | 9 commenti

Blog su WordPress.com.