Articoli con tag: Piemonte

Vinadio (Valle Stura) dove tutto nasce

Vinadio, Piemonte

italia

Il Lago di Sant’Anna si trova nel Comune di Vinadio, in provincia di Cuneo, nell’alto Vallone di Sant’Anna. Il Lago ubica a 2150 m sopra il livello del mare ed è un lago completamente naturale. Questo Lago nasce infatti grazie all’escavazione glaciale. Il risultato finale di tutto ciò sono centinaia di laghi creatosi nel tempo di diverse grandezze e dimensioni.

Lago Sant'Anna 2150 m

Lago Sant’Anna 2150 m

                                                           

                                                            Cosa Vedere?                                                                                                                                                                                                            

Sicuramente una delle attrazione principali sono i “Bagni di Vinadio”. Sì, proprio così a Vinadio si trovano le omonime terme. Situate all’incirca a 1300 m sul livello del mare, sono conosciute fin dai tempi degli antichi Romani. Infatti queste acque termali oltre che offrire uno spettacolo mozzafiato, sono conosciute soprattutto per le loro proprietà terapeutiche.

Essendo un grandissimo appassionato di Trekking consiglio vivamente questa zona nella Valle Stura. Infatti le 2 volte che andai feci escursioni di vario tipo. Una volta con guida, una volta da solo per esplorare e fotografare con più tranquillità i paesaggi.

Le Terme offrono un ottimo servizio di accoglienza non solo agli escursionisti locali, ma soprattutto per i camperisti provenienti quasi sempre dalla Francia. Il Paese è un ottimo posto per rilassarsi, ma anche per praticare sport Invernali quali: Sci di fondo e ciaspolate o sport Estivi come: Arrampicata e Trekking.

Durante il soggiorno si può tranquillamente soggiornare in apposite aree attrezzate. Infatti ci sono 2 grosse aree appena sotto il “Lago di Sant’Anna” che offrono spazi per tende e camper. Il campeggio ovviamente stile montano offre una grande comodità. Infatti le terme sono molto vicine all’area per il campeggio. Con soli 20 euro si ha l’accesso alle piscine interne ed esterne.

                                                                                                                                                                                Anello dei Laghi di Rioffredo – Itinerario                                                                                 

Cattura

La strada che circonda e risale il “Vallone di Riofreddo” è prevalentemente sterrata, ma in alcuni tratti asfaltata. Se si prosegue su di essa si finisce tra abeti e sentieri affascinanti. Proseguendo dopo il primo ponte sulla destra si noterà il “Lago Martel”.

Superato anche il secondo ponte ci si ritrova in un bivio, per i “Laghi dell’Aver” e per il “Colle della Lombardia”, oltre che trovare i vari rifugi e ruderi lungo il sentiero.

Una volta passati questi tratti non è difficile continuare. Infatti proseguendo incontrerete i “Ruderi Gias La Grotta”, dove potrete vedere un vecchio fabbricato metallico abbandonato. Sulla sinistra troverete il bivio per il “Lago Malinvern”, oltre che la “Falesia dei bevitori”.

Per finire l’Anello dei laghi di Rioffredo si conclude con una ripida salita per il bivio per i “Laghi della Valettà”.

Categorie: Italy | Tag: , , , , , , , , , | 4 commenti

Langhe e Roero

Piemonte, Langhe e Roero

italia

375882_235356833194902_1376513472_n

Le Langhe sono una Regione molto antica del Piemonte, situata geograficamente tra le Provincie di Cuneo e Asti, ma Alba invece l’Epicentro di questa Regione con storia e molte tradizioni. Il territorio prevalentemente collinare non è così insolito visto il nome “Langa” in Piemontese significa “Collina”. Il territorio inoltre comprende ettari ed ettari di Vigneti. In questa Regione si parla un dialetto ancora più stretto del normale piemontese. Infatti nel corso degli anni in questo dialetto sono stati inseriti gerchi e arcaismi. Questo dialetto nello specifico prende il nome della Regione stessa ovvero: “Langarolo”. Il Roero prende il nome dalla Famiglia omonima che dominava questa regione nel Medioevo in quel periodo. Le zone delle Langhe e Roero si distinguono per i loro paesaggi, castelli, ma soprattutto per la loro Gastronomia conosciuta in tutto il Mondo.  

 Langhe                                                                        Roero

  487202_362554323808485_1042957051_n

 Tartufo d’Alba 

620356_374222375984849_362084679_o

Gli ambienti ottimali per cercare il tartufo sono il bosco di querce, le sponde dei torrenti e dei fossati popolati di salici e di pioppi, i giardini e i viali di tigli. Occorre ovviamente un terreno adatto; ideale è quello calcareo, ma soprattutto quello argilloso dove di solito straripa il tartufo nero. Da non sottovalutare anche il terreno calcareo con presenza di silice. Altro elemento fondamentale l’altitudine: è molto raro oltre i 700-800 metri, ma il tartufo è imprevedibile, infatti può nascere ovunque si trovi l’apparato radicale di un albero ad esso congeniale, anche in una vigna, dove un palo di salice o di quercia abbia attecchito per quelle risorse infinite della natura. Ma i terreni umidi, ricchi di vegetazione, poco esposti al sole sono i più adatti, i più ricchi di sorprese. Tipiche sono soprattutto le zone boschive del Roero ai margini della pianura Torinese, le Langhe albesi e monregalesi, ma anche le colline del Monferrato. Il Mercato del tartufo di Alba è il luogo fisico in cui si può conoscere davvero il tartufo, immergendosi in un’atmosfera profumata e unica. Ogni tartufo in vendita presso il Mercato tipico Albese è controllato da una Commissione prima dell’apertura al pubblico; questo gruppo di esperti resta a disposizione con la funzione di Sportello del Consumatore dentro dei padiglioni. Nel Mercato del tartufo si ha la possibilità di vedere, toccare con mano, annusare tanti e tanti tartufi di varie tipologie (neri,bianchi) venduti direttamente da affidabili commercianti e cercatori del territorio. Nel grande spazio che ospita il Mercato del tartufo nella stagione Autunnale si potranno, inoltre, visitare gli stand enogastronomici di Alba – Qualità. Protagonisti saranno i vini del territorio di Langhe e Roero, i formaggi, i funghi, le paste all’uovo, ma anche i salumi e tutti i prodotti che hanno reso internazionale il nostro territorio. Per tutto il periodo autunnale è possibile l’acquisto del Tartufo Bianco d’Alba nei negozi specializzati della Città.

Ringrazio per queste foto: Welcome Piemonte  Noi ci vediamo al prossimo articolo ovvero alla prossima avventura. 

Categorie: Italy | Tag: , , , | 17 commenti

Blog su WordPress.com.